sabato 18 febbraio 2017

LA PISCINA DI LAMPEDUSA (della serie "ferma con le quattro frecce")


Agli inizi degli anni Novanta, dopo la grande esposizione mediatica a seguito del lancio dei missili di Gheddafi, furono avviate a Lampedusa alcune importanti opere pubbliche e tra queste anche la costruzione di un grande impianto sportivo con una piscina coperta. Un progetto ambizioso e  interessante anche da un punto di vista strutturale per l’ardita copertura con capriate rovesce in legno lamellare. 
Senza entrare nel merito dell’utilità o meno di un tale impianto, l’opera, già in avanzato stato di costruzione, fu abbandonata e versa oggi nel più completo degrado. Servì da set cinematografico per alcune scene del film “Respiro” di Crialese e come rifugio di fortuna per molti migranti provenienti dal Nord-Africa. 
Perché oggi non pensare ad un progetto di recupero della struttura per destinarla a qualche attività al servizio dei giovani di Lampedusa? E questo prima che vada tutto in malora!

sabato 11 febbraio 2017

LAMPEDUSA – LA NECROPOLI PALEOCRISTIANA DI “PORTO VECCHIO” (SALVIAMO IL SALVABILE)


Una delle scoperte archeologiche più interessanti fatte a Lampedusa agli inizi degli anni Ottanta, è stata quella di un’antica necropoli sotterranea risalente al IV-VII secolo d.C.
Si tratta di un lungo camminamento che probabilmente attraversa tutto l’attuale centro abitato e arriva sotto la chiesa parrocchiale. La necropoli ospitò una piccola comunità di cristiani che si erano stabiliti sull’isola provenienti dal nord-africa ed è una delle più antiche ad oggi conosciute.
Dopo le prime campagne di scavo condotte alla Soprintendenza di Agrigento, non solo non si  provvide a vincolare l’area ma, solo qualche anno fa la stessa Soprintendenza ha autorizzato la costruzione di un edificio residenziale che insiste proprio sull’area di ingresso della necropoli.

Cose che succedono solo a Lampedusa, perché in qualunque altra parte del mondo una scoperta del genere attirerebbe l’interesse di archeologi e di migliaia di turisti! Perché permettere che vada irrimediabilmente distrutto un patrimonio storico e culturale non solo della comunità di Lampedusa ma del mondo intero?

martedì 7 febbraio 2017

LAMPEDUSA - SALVARE E VALORIZZARE I FORTINI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE


La nostra isola, oltre alle sue straordinarie bellezze naturali, ha un patrimonio storico e culturale che attende di essere recuperato e reso fruibile dai suoi abitanti e dai visitatori: testimonianze di antiche civiltà preistoriche e del passaggio sull'isola di Fenici, Greci e Romani; siti che raccontano di un luogo di pacifica convivenza tra religioni diverse e porto della salvezza durante le tempeste.
Molto più vicine a noi nel tempo, le postazioni della Seconda Guerra Mondiale, se sottratte al degrado e all'abbandono, potrebbero diventare un importante itinerario turistico. Con poca spesa si potrebbero ripulire i "fortini" nella zona di "Cavallo Bianco", sistemare dei cartelli che spiegano la funzione delle varie batterie di difesa aerea e allestire, nel bunker che si affaccia sul porto, un piccolo museo della guerra.
Tutto questo servirebbe a mantenere vivo il ricordo di un periodo in cui l'isola si trovò coinvolta in scenari di guerra per la sua posizione strategica al centro del Mediterraneo e a non dimenticare il sacrificio di tanti uomini che diedero la vita per la nostra Patria.

sabato 14 gennaio 2017

TESSERAMENTO 2017


L'Archivio Storico Lampedusa è un'associazione culturale no profit aperta a tutti coloro che condividono la passione e l'impegno per il recupero e la valorizzazione del patrimonio storico e culturale delle isole Pelagie.
Con la tua adesione ci consentirai di proseguire, con sempre maggiore impegno ed entusiasmo, in questo appassionante progetto.
Per il rinnovo dell'iscrizione o per una nuova adesione puoi contattarci all'indirizzo-mail archiviostoricolmp@libero.it o telefonare al 3683297461.

martedì 3 gennaio 2017

L'ARCHIVIO STORICO LAMPEDUSA ALLA MOSTRA "RADICI NEL MARE"


Si è conclusa a Porto Empedocle, nella splendida cornice della Torre Carlo V, la mostra "RADICI NEL MARE" organizzata dall'Associazione MARITERRA. La nostra Associazione ha contribuito, con immagini e documenti, a far conoscere e apprezzare le tradizioni marinare della nostra isola.

mercoledì 2 novembre 2016

LAMPEDUSA: UNA STORIA DI ACCOGLIENZA E DISPONIBILITA'


Continua l'impegno della nostra associazione nell'offrire ai migranti presenti sull'isola qualche momento di serenità e la possibilità di collegarsi in Internet con amici e parenti lontani. Molte ragazze e ragazzi passati dalla nostra sede rimangono poi in contatto con noi e ricordano con affetto e riconoscenza i giorni trascorsi a Lampedusa.